Presentazione Freccia Vallone 2017

Al centro della settimana dedicata alle Ardenne, la Freccia Vallone, posta tra Amstel Gold Race e Liegi-Bastogne-Liegi, è la più importante manifestazione della regione belga tra Francia e Fiandre. La corsa si terrà domani e, dalla provincia di Limburgo (Olanda) dove si è disputata la “gara della birra”, ci si sposterà a Binchè dove avremo la partenza ufficiale.
Un po’ di storia – La prima edizione della Freccia si svolse nel 1936 con la vittoria di De Meersman, solo la prima delle 38 affermazioni belghe, tra cui le firme per ben tre volte di Eddy Merckx e Marcel Kint. Ci vollero 12 anni prima che un “forestiero” si imponesse e per nostra gioia fu proprio un italiano, Fermo Camellini. La manifestazione è sempre piaciuta ai nostri azzurri che con 18 successi seguono i padroni di casa; tra i nostri non possono non essere menzionate le vittore del “campionissimo” Fausto Coppi, di Francesco Moser, del suo rivale Giuseppe Saronni, ma soprattutto le triplette di Moreno Argentin e Davide Rebellin, ultimo vincitore nel 2009. Due successi invece per i francesi Bernard Hinault e Laurent Jalabert, mentre il plurivittorioso è uno spagnolo ancora in gruppo e affamato di successi nonostante l’età, Alejandro Valverde.
Percorso – Come detto precedentemente, il Km 0 sarà dato a Binchè e da qui la corsa potrà essere divisa in due parti ben distinte, i primi 124km senza particolari difficoltà e i restanti 80km con continui saliscendi e gli inserimenti delle famose Còte ardennesi. Inizialmente i corridori affronteranno la Còte d’Amay (1,4km al 6,7%) e de Villers le Bouillet (1,2km al 7,5%) fino a giungere al primo passaggio sulla linea d’arrivo in cima al Muro di Huy a 60km dal traguardo. Dalla cittadina di Huy partirà un circuito di 29km da ripetere ben due volte che oltre il celeberrimo Muro posto come arrivo (1,3km al 9,6% con punte al 20%) comprenderà anche la Cote d’Ereffe (2,1km al 5%) e la Cote de Cherave (1,3km al 8,1%). Percorso dunque sulla linea di quello degli anni passati con la triplice ascesa sul muro che ha visto l’anno scorso la vittoria di Alejandro Valverde sulla coppia Quickstep Julian Alaphilippe-Daniel Martin.
I favoriti – Come ad ogni corsa a cui partecipa il principale favorito è sempre lui, Alejandro Valverde (Movistar), che vorrà confermarsi per il quarto anno consecutivo e cercare il quinto successo della sua carriera alla Freccia. Il murciano dovrà però difendersi quest’anno da Daniel Martin (Quickstep-Floors), il quale ancora non ha mandato giù il boccone amaro del 2016, fuori dalla sfida Julian Alaphilippe, che ha dato forfait dopo un incidente al Giro dei Paesi Baschi, e Philippe Gilbert, reduce da una caduta alla vittoriosa Amstel Gold Race di domenica. A dare fastidio ai due favoritissimi troveremo il duo Sky con Michal Kwiatkowski che vuole concludere insieme alla Liegi una prima parte di stagione stellare e Sergio Henao, ma anche il portoghese Rui Costa (UAE Fly Emirates), Tim Wellens (Lotto-Soudal) chiamato a sbocciare definitivamente, lo svizzero Michael Albasini (Orica-Scott), e Samuel Sanchèz (BMC). Tra i papabili favoriti ci sentiamo in dovere di segnalare anche alcuni azzurri: Diego Ulissi (UAE Team Emirates) su tutti che dovrà dimostrare una volta per tutte le sue qualità anche fuori dal territorio italiano, Enrico Gasparotto (Bahrein-Merida) quinto lo scorso anno, caduto domenica e piuttosto dolorante, Enrico Battaglin (Lotto NL Jumbo) e Fabio Felline (Trek-Segafredo).
A meno di stravolgimenti durante il corso della gara tutto si deciderà sul Muro di Huy, importantissimo dosare le forze e attaccare al momento giusto, non bisogna infatti né partire troppo presto come “Purito” Rodriguez lo scorso anno che si piantò a 300mt dal traguardo, né troppo tardi perché l’esitazione e la bassa velocità su una pendenza così imponente possono rendere molto difficile l’attacco. Riuscirà qualcuno a interrompere il dominio di Valverde?

Emanuele Peri 8/8/1999, liceo classico Pilo Albertelli, Roma, grande appassionato di ciclismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *